Riportato da Team Air Net, 21/09/2022 | Fonte Orizzonte scuola, Eipass, Normativa Ministeriale

A scuola arrivano i monitor touch screen

Monitor Touch (Certificazione + Corso) € 250,00
Monitor Touch (solo Certificazione) € 180,00
Monitor Touch (solo Corso) € 87,00

Si avvia la trasformazione digitale della didattica e dell’organizzazione delle istituzioni scolastiche attraverso la sostituzione della LIM e l’utilizzo del monitor touch screen. L’obiettivo del Ministero è quello di consentire la dotazione di monitor digitali interattivi touch screen, nelle classi del primo e del secondo ciclo e nei CPIA, con priorità per le classi che siano attualmente ancora sprovviste di lavagne digitali. La dimensione minima sarà di 65 pollici, già dotati di sistema audio e connettività, penna digitale, software di gestione del dispositivo con funzionalità di condivisione.

Monitor touch viene usato come sinonimo di Digital board interattiva (Lavagna Digitale Interattiva).

Sostanzialmente il Monitor touch o Digital board è un monitor digitale e interattivo che ha il display touch screen, cioè comandabile con il tocco delle dita. Per semplificare è come uno smartphone o tablet di grandissime dimensioni. Funziona con il sistema operativo e i software installabili (App) per svolgere le diverse attività.

Qual è la differenza con la vecchia LIM? Il Monitor touch è una lavagna che ha tutto integrato ed è comandabile in maniera molto semplice con le dita o una penna digitale.

La LIM è anch’essa una lavagna ma collegata ad un proiettore e a un computer, e comandabile con mouse e tastiera.

Grazie all’intervento dei fondi strutturali, le LIM saranno sostituite con i più efficienti Monitor touch, in un tempo mediamente breve, considerando comunque che ci vorrà qualche anno affinché tutte le aule scolastiche possano dotarsi di Monitor touch in sostituzione delle LIM.

  • Un percorso inevitabile

    La società odierna è basata sul digitale e la rotta era tracciata ormai da anni. Gli eventi storici hanno solo dato una spinta sull’acceleratore del cambiamento in atto. Dopo la DAD (Didattica a Distanza), frutto dell’emergenza e i cui risultati sono stati non proprio brillanti, si è passati alla più strutturata Didattica Digitale Integrata (DDI), un progetto già in essere nell’agenda di governo, con tempi di realizzazione a lungo termine e partita con l’introduzione delle LIM (Lavagne interattive multimediali) nelle aule, ma che con l’avvento dell’emergenza sanitaria ha subito un’accelerazione improvvisa ed inaspettata e ha portato gli istituti scolastici ad ottenere una pioggia di fondi statali per l’ammodernamento.

    Oggi gli alunni italiani, sin dalla scuola dell’infanzia, utilizzano quotidianamente in classe monitor interattivi e schermi digitali che permettono la fruizione di contenuti digitali e multimediali – adattati all’età degli studenti – in grado di amplificare l’esperienza dell’apprendimento, rendendolo interattivo e più coinvolgente che in passato. La scuola digitale ha finalmente preso forma.

    I protagonisti indiscussi di questa rivoluzione nella didattica, subito dopo il corpo insegnanti, sono proprio i monitor interattivi, ovvero delle lavagne digitali con schermi touch screen, che possono essere paragonate a dei maxi tablet per le loro prestazioni smart e che consentono di animare i contenuti statici, testuali o visivi in maniera fluida e veloce.

  • Monitor interattivo: come funziona

    A livello tecnico, un monitor interattivo funziona esattamente come un tablet: è dotato di un processore interno veloce e affidabile che si interfaccia sia con i software proprietari che con i principali pacchetti software per la scuola, come Google Suite o Microsoft Education. Inoltre, un display interattivo per la didattica è compatibile con la maggior parte dei dispositivi mobili. Infine, si può utilizzare sia con connessione wi-fi per accedere alle risorse della rete Internet, sia con collegamento Bluetooth ad altri dispositivi, o anche offline per fruire dei contenuti precedentemente caricati in memoria.

  • Normativa Monitor touch

    A settembre 2021 il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato un PON denominato “Digital Board: trasformazione digitale nella didattica e nell’organizzazione” (Avviso pubblico 28966 del 6 settembre 2021).

    Questo avviso è finalizzato alla dotazione di attrezzature basilari per la trasformazione digitale della didattica e dell’organizzazione delle istituzioni scolastiche. L’obiettivo è quello di consentire la dotazione di monitor digitali interattivi touch screen, che costituiscono oggi strumenti indispensabili per migliorare la qualità della didattica in classe e per utilizzare metodologie didattiche innovative e inclusive, nelle classi del primo e del secondo ciclo e nei CPIA, con priorità per le classi che siano attualmente ancora sprovviste di lavagne digitali, e di adeguare le attrezzature e gli strumenti in dotazione alle segreterie scolastiche per accelerare il processo di dematerializzazione e digitalizzazione amministrativa delle scuole.

    I termini dell’avviso sono stati riaperti una seconda volta con scadenza 2 dicembre 2021 e termine di spesa il 31 marzo 2022. Gli interventi dovranno essere realizzati, collaudati e conclusi entro e non oltre il 31 dicembre 2022.

  • Regolamento UE 2020/2221 e il PNRR sul Monitor touch

    L’intervento è finanziato con i fondi resi disponibili dal Regolamento (UE) n. 2020/2221 del Parlamento europeo e del Consiglio del 23 dicembre 2020, per quanto concerne le risorse aggiuntive e le modalità di attuazione per fornire assistenza allo scopo di promuovere il superamento degli effetti della crisi nel contesto della pandemia di COVID-19 e delle sue conseguenze sociali e preparare una ripresa verde, digitale e resiliente dell’economia (REACTEU), nell’ambito del Programma operativo nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020 – Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR).

    L’intervento è, altresì, ricompreso all’interno del complessivo Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), di cui al regolamento UE n. 2021/241 del Parlamento europeo e del Consiglio del 12 febbraio 2021.

    Leggi il Regolamento (UE) n. 2020/2221 (riferimenti p. 9)

  • Tipologie di intervento previste nella normativa 

    L’intervento si articola in due moduli:

    • il primo finalizzato all’acquisto di monitor digitali interattivi per la didattica ad uso delle classi,
    • il secondo destinato all’acquisto di beni e attrezzature informatiche per la digitalizzazione amministrativa delle segreterie scolastiche.

    In relazione al modulo specifico “Monitor digitali interattivi per la didattica”, la normativa prevede l’acquisto di monitor digitali interattivi touch screen da collocare nelle classi del primo e del secondo ciclo di istruzione, nonché dei corsi dei CPIA, della dimensione minima di 65”, già dotati di sistema audio e connettività, penna digitale, software di gestione del dispositivo con funzionalità di condivisione. Sarà, inoltre, possibile acquistare, in quantità comunque non superiore al numero di monitor interattivi touch screen acquistati, eventuali accessori soltanto se necessari e non già inclusi o posseduti dalla scuola, quali supporto, notebook oppure modulo PC di gestione integrabile in apposito alloggiamento, webcam/videocamera.

Monitor Touch (Certificazione + Corso) € 250,00
Monitor Touch (solo Certificazione) € 180,00
Monitor Touch (solo Corso) € 87,00
La soddisfazione dei nostri utenti è il nostro primo obiettivo ⭐️Un grazie speciale a Gloria per aver scelto AIR NETRaccontaci la tua esperienza qui >>> www.facebook.com/pekit.eipass.airnet/reviews ... See MoreSee Less
View on Facebook
🕵️‍♂️L’Esperto di Digital Forensics opera come libero professionista, offrendo la sua consulenza ad aziende, uffici giudiziari e forze dell’ordine. In altri casi è un lavoratore dipendente di società specializzate nella sicurezza informatica che offrono, tra i loro servizi, anche indagini di Computer Forensics*.📌Questa figura professionale opera prevalentemente al fianco delle Forze dell’Ordine durante le indagini giudiziarie, occupandosi dell’individuazione, della copia, della custodia e dell’autenticazione delle prove di reati informatici.☎ CONTATTACI PER UNA CONSULENZA GRATUITA! 3349624439Scopri di più sul nostro sito certificazionionline.com/certificazione-pekit-cofo/ ... See MoreSee Less
View on Facebook

Articoli recenti

Articoli correlati